Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il bambino «scrive» la propria autobiografia tramite l’interazione, l’azione, il gioco, la parola

10 novembre 2012 - 11 novembre 2012

Porcia (PN) 10 e 11 novembre 2012
Relatore: Prof. Bernard Aucouturier

«L’azione spontanea del bambino piccolo è pensiero» B. Aucouturier
«Il gioco è una prova che il bambino è impegnato, ingaggiato in un PROCESSO DI SVILUPPO, in un PROCESSO DI INGRANDIRE. È per tale ragione che il senso, il valore del gioco non può essere ignorato» B. Aucouturier
«Il gioco libero e spontaneo permette al bambino di vivere la globalità della propria persona. Nel gioco si riuniscono SENSAZIONI, TONICITÀ, EMOZIONI, RAPPRESENTAZIONI MENTALI, FANTASMI, e, evidentemente, la MOTRICITÀ» B. Aucouturier
Azione, Interazione, Gioco, Parola, sono da riconoscere come elementi fondativi la crescita, lo sviluppo, il processo di maturazione psicologica dell’essere umano, che con alternata e diversa gradazione si dispiegano lungo tutto l’arco di vita della Persona.
Ogni Seminario – inteso come spazio-tempo di cultura – annuncia lo sviluppo di un tema. Un tema che tramite gli input – idee, pensieri, esempi, immagini… – lanciati dal relatore, Prof. Bernard Aucouturier, costruisce un contenitore di riflessione pedagogica, psicologica, filosofica, per «imparare a vedere e ad ascoltare in modo diverso i bambini che ci camminano accanto nella vita e a sfiorare con mano più leggera e rispettosa il mondo fragile e prezioso dei loro sentimenti e delle loro emozioni.» Alba Marcoli
Osservare con sguardo “ascoltante” il Bambino, le sue trasformazioni tonico-emozionali-corporee, significa uscire dalla logica della continua domanda «perché fa così», è poter-saper entrare in quello spazio di com-prensione dei segni-segnali del «come fa quello che fa», che apre al dare senso alla «grammatica della vita».
Il bambino “scrive” di sé – tramite i mezzi-risorse-potenziale che ogni particolare età tiene e presenta -, l’adulto riceve ed impara a “leggere” dando forma ad un “gioco delle parti” in cui alternanza e reciprocità, su un fondo di stabilità affettiva, danno luogo al sentimento di “co-abitare insieme il mondo”.
Abbiamo i “giusti occhiali” o meglio gli “aggiustati occhiali” per ri-conoscere l’originale modo di dirsi del bambino al mondo?…. Forse man-tenere, curare in sé il sentimento di una vitale curiosità intellettuale, culturale, socio-relazionale, operativa, intorno la conoscenza e ri-conoscenza del mondo infantile, può mantenere aperto e dinamico il nostro atteggiamento di stupore all’accadere della vita. Scrive W. Szymborska (poetessa polacca, premio Nobel per la letteratura nel 1996) «Dopotutto, restiamo stupefatti da cose che esulano da una norma ben nota e universalmente riconosciuta, da quell’ovvietà alla quale siamo abituati. Ora, il punto è che un mondo così ovvio non esiste. Il nostro stupore esiste in quanto tale e non si basa sul confronto con qualcos’altro.»
In altre parole
Non esiste un bambino pre-scritto
Non esiste un bambino catalogabile
Esiste quel preciso ed originale bambino nella globale storia di Persona.
«(…), nulla è consueto o normale. Non una singola pietra,
né una singola nuvola al di sopra di essa.
Non un giorno, né la notte che segue.
E soprattutto, non una singola esistenza,
l’esistenza di nessuno su questa Terra.»
Wislawa Szymborska
Sonia Compostella
Partecipanti

Il Seminario si rivolge a puericultrici, educatrici di asilo nido, insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria, educatori professionali, psicologi e quanti operano in contesti educativi con bambini da 0 a 6/7 anni di età.

Programma

A partire dalla presentazione di documenti video, saranno analizzati e sviluppati dal Prof. Bernard Aucouturier i seguenti temi:

  • il gioco narra l’origine della relazione con l’altro, con gli altri, con sé;
  • qualità delle cure e/o carenze delle stesse, quanto “incidono” sull’originaria e futura espressività motoria infantile;
  • qualità e caratteri dei luoghi che svolgono la cura del bambino. Dalla famiglia ai contesti educativo-istituzionali;
  • il bambino narrato; il bambino si narra; il bambino narra il mondo. Tappe, modalità, mezzi;
  • ambienti pedagogico-educativi-formativi che accompagnano lo sviluppo ed il processo di maturazione psicologica del bambino:
    • il sistema di attitudine del professionista dell’educazione infantile;
    • il sistema di attitudine del professionista che sviluppa e svolge la Pratica Psicomotoria Aucouturier educativa e di prevenzione.
Per favorire un clima interattivo con il relatore saranno organizzati dei tempi di lavoro a piccolo gruppo al fine di organizzare e formulare domande e/o chiarificazioni.
Tempi e sede del Seminario
Il Seminario si terrà presso l’Auditorium “R. Diemoz” in via delle Risorgive a Porcia (PN) nei giorni 10 e 11 novembre 2012 con i seguenti orari:
  • sabato 10 novembre, ore 9.00 – 13.00 e 14.30 – 18.30;
  • domenica 11 novembre, ore 9.00 – 13.00
Modalità di iscrizione
Per iscriversi al seminario è possibile inviare un sms al numero 320/6332169, oppure inviare un’email all’indirizzo arfapbassano@gmail.com.
Termine improrogabile per effettuare l’iscrizione mercoledì 31 ottobre 2012.
Quota di partecipazione
  • Non soci: € 120.00;
  • soci Arfap già in regola con la quota associativa 2012: € 100.00.
Avviso per pagamento: deve essere effettuato in contanti, se possibile esatti, in loco prima dell’inizio del seminario. Alle persone fisiche non in possesso di P.I. e salvo espresse indicazioni contrarie, provvederemo a inviare nei giorni successivi la ricevuta del pagamento così suddivisa: € 20,00 per quota associativa anno 2012 e € 100,00 per quota iscrizione seminario.
Per l’invio delle ricevute o fatture si chiede cortesemente di lasciare un indirizzo e-mail, se posseduto.
Attestato di partecipazione
alla fine del Seminario sarà rilasciato un Attestato di partecipazione.
L’Arfap, con decreto del 29/12/2004, è stata inclusa dal Ministero dell’Istruzione nell’elenco definitivo dei soggetti accreditati per la formazione del personale della scuola (D.M. 177/2000).

ARCHIVIO EVENTI

Luogo

Arfap Bassano
Via Vaccari, 3
Bassano del Grappa, Vicenza 36061 Italia
Telefono:
320 633 21 69
Sito web:
www.arfapbassano.it

Organizzatore

Arfap Bassano
Telefono:
320 633 21 69
Email:
arfapbassano@gmail.com
Sito web:
www.arfapbassano.it