Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Seminari di sensibilizzazione e aggiornamento a carattere pedagogico

27 settembre 2014 - 6 settembre 2015

Bassano del Grappa 2014-2015
presso sede operativa ARFAP in via Vaccari 3 a Bassano del Grappa
Per un riconoscimento della funzione educativa e pedagogica, quale via efficace di prevenzione e attenzione al bambino. Per una valorizzazione del “prendere cura” quale competenza dell’adulto a porre le migliori condizioni per accompagnare l’evoluzione della maturazione infantile.
Rivolto a insegnanti, educatori e quanti operano con il bambino da 0 a 6/7 anni.
Quali migliori parole per soffermarsi sul senso della formazione per gli insegnanti e gli educatori se non quelle dell’amato Prof. Walter Fornasa?
«Per fare le cose bisogna sapere di più di quello che serve per farle. Io non sono così entusiasta quando gli insegnanti chiedono semplicemente ai tecnici come si fanno le cose. Se gli insegnanti rimangono agganciati al chiedere come si fanno le cose diventeranno dei perfetti esecutori. E non degli attori protagonisti del processo perché questo compete esserlo avendo un pò di saperi o di cultura, non è solo la pratica quello che consente di intervenire. […]
Con cosa osservi con un metodo o una chiave interpretativa, che ti permette di mettere in gioco nuove azioni per poi tornare sui saperi, modificare e ripartire. È molto chiedere come si fa, il problema è perché lo fai. […]
Non bastano insegnanti intenzionali, l’intenzionalità ha fatto un sacco di danni se non è accompagnata da consapevolezza.»
(da: «BES», Convegno del 25 marzo 2013)
Il Centro di Formazione alla PPA ARFAP di Bassano del Grappa propone un itinerario di seminari di aggiornamento a carattere pedagogico. La pratica pedagogica con il bambino al nido, alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria ed in altri differenti contesti educativi, oggigiorno, è continuamente richiamata ad un aggiornamento di conoscenze, di innovazioni e di riferimenti metodologici. Una concezione pedagogica che pone il rispetto per il bambino e l’attenzione alla qualità del suo itinerario maturativo come cardine intorno a cui l’adulto pensa, attua e riflette la messa in opera pedagogica.
I 5 seminari di approfondimento rivolti agli insegnanti, agli educatori, agli operatori socio-sanitari, a quanti vogliono conoscere e aggiornare la propria maniera di osservare e comprendere il bambino nello stato della sua maturazione costituiscono un percorso pratico-teorico che, a partire dalla comprensione del processo di maturazione psicologica del bambino, prendono in esame l’osservazione dell’espressività motoria, arrivando a sottolineare il valore ed il fine di attuare la pratica psicomotoria educativa e preventiva.
Il bambino rappresenta se stesso attraverso l’espressività motoria e il gioco, parlando così del suo esistere, del suo interpretare la vita di relazione e di incontro con il mondo esterno, in un’azione incompiuta perché continuamente in divenire.
Che cosa l’adulto “legge e comprende” di tutto questo?
Come l’adulto accoglie, trasforma, rilancia, contiene, crea metafore, sostiene, accompagna il gruppo dei bambini nel loro evolvere e si prende cura delle difficoltà che si presentano?
È la persona dell’educatore, dell’insegnante che “crea” la metodologia più aggiustata al contesto gruppale dei bambini, tramite le sue qualità di ascolto, di riformulazione, di creatività e di ricerca, dando “corpo” alla propria attitudine “verso” e “per” il bambino.
Al “come” l’adulto crea le condizioni e pone il bambino in una ricerca attiva, volgono lo sguardo i seminari qui di seguito presentati.
Seminari e temi

1. Esiste un preciso “compito” dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia nella formazione del bambino? Il progetto pedagogico e la quotidianità con cui lo si realizza sono i fondamentali mezzi con cui si decide come disporsi nei confronti di un SoggettoPersona, che è alla base della sua primaria formazione.

Temi del seminario
  • Principi metodologici, criteri generali di osservazione e offerta di possibilità esperienziali ai bambini del nido e della scuola dell’infanzia per la disposizione di un Progetto pedagogico e psicomotorio che pone il bambino al centro del dispositivo educativo.
  • La pedagogia dell’organizzazione dell’ambiente educativo: Ambiente, Contesti e Luoghi pensati e creati per realizzare condizioni spaziali, temporali e materiali a favore dell’evoluzione del bambino e del gruppo dei bambini.
  • Dall’aula (o sezione) alla sala di PPA. La funzione della pratica educativo-pedagogica e della pratica psicomotoria educativo-preventiva nella formazione primaria del bambino. Sentirsi nella capacità di “prendere cura del bambino” in un progetto pedagogico che mira a riconoscerlo e a comprenderlo come Soggetto.
Tempi del seminario
  • Sabato 27 settembre 2014 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • domenica 28 settembre 2014 dalle 9.00 alle 13.00.
Docente Formatore
  • Sonia Compostella

2. Il gioco e il giocare come luogo privilegiato di osservazione dell’evoluzione del bambino, ambito di vera conquista di vitalità e piacere di conoscenza, opportunità per gli insegnanti ed educatori di apprendere dal bambino e rigenerare nuove proposte educativo-pedagogiche.

Temi del seminario
  • Il gioco e la qualità del giocare come rivelatori della dinamica evolutiva nel bambino da 0 a 6 anni. L’osservazione del bambino nella qualità del suo giocare.
  • La seduta di Pratica Psicomotoria educativa al nido e alla scuola dell’infanzia. Il sistema di atteggiamenti dell’operatore nello sviluppo di mezzi e strategie aggiustate al gruppo ed al singolo bambino.
  • L’agire del bambino e ciò che lo anima: Fantasmi senso-motori e fantasmi d’azione.
Tempi del seminario
  • Sabato 22 novembre 2014 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • domenica 23 novembre 2014 dalle 9.00 alle 13.00.
Docente Formatore
  • Gabriella Andreatta
3. Il periodo prima del linguaggio verbale è essenziale nell’evoluzione dell’essere umano: è il tempo della costruzione delle fondamenta di quell’edificio somatopsichico che sarà il bambino.
Dal suo concepimento fino all’accesso al linguaggio, il cammino incerto che affronta il bambino in questo periodo arcaico della sua vita è influenzato da alcuni processi che è necessario chiarire.
Se noi vogliamo migliorare la sua educazione e/o aiutarlo nelle sue difficoltà, è indispensabile attuare una ricerca su questo periodo. Accedervi è possibile, ma è il bambino che ci darà la chiave, grazie ad un incontro come noi lo concepiamo: nel quadro di un dispositivo di aiuto psicomotorio di qualità, come è la PPA, a partire dalle nostre interazioni con lui, dalle risonanze tonico emozionali che queste suscitano, … delle piste si apriranno… Ma se noi potremo agire, è soprattutto grazie all’osservazione degli indici corporei che il bambino ci manifesterà… poiché il corpo in relazione parla….
Temi del seminario
  • Il percorso incerto
    1. Prima della nascita: 1. Prima del concepimento 2. Dal concepimento alla nascita.
    2. Intorno alla nascita: 1. La sorpresa 2 . La danza.
    3. Dopo la nascita: 1. Presenza – distanza – assenza 2. Movimento e spostamento.
  • Gli indicatori di pericolo
  • L’osservazione del corpo in relazione: angoscia, tensione, …
Tempi del seminario
  • Sabato 10 gennaio 2015 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • domenica 11 gennaio 2015 dalle 9.00 alle 13.00.
Docente Formatore
  • Prof. Roger Dodemont (psicomotricista-formatore alla PPA, EIA)
  • Traduzione a cura della Sig.ra Checchin Annamaria
4. Il racconto della storia nella seduta di PPA educativa è un mezzo efficace e potente per favorire nei bambini di differenti età la rassicurazione psicologica ed emozionale, oltre che sviluppare la funzione dell’intuizione e dell’immaginazione. Vi sono elementi fondamentali che costituiscono la struttura nella costruzione della storia, come pure un’attitudine al racconto da parte dell’operatore.
Temi del seminario
  • Il racconto della storia nella pratica pedagogica e nella seduta di pratica psicomotoria, quale via per favorire un passaggio all’agir-pensare. Che cosa appare significativo nel racconto della storia tenendo conto dell’evoluzione del pensiero del bambino?
  • Le paure primitive, i processi di Rassicurazione Profonda, di Simbolizzazione e l’apertura alla Decentrazione Tonico-Emozionale.
  • Lo psicomotricista non è una persona qualunque: è partner simbolico nella misura necessaria al bambino per evolvere, è garante di sicurezza fisica per favorire la dimensione simbolica, è partner di legge e specularità per non restare dipendente dal suo sguardo.
Tempi del seminario
  • Sabato 2 maggio 2015 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • domenica 3 maggio 2015 dalle 9.00 alle 13.00.
Docenti Formatori
  • Gabriella Andreatta
  • Sonia Compostella
  • Lorella Moratto
5. La qualità della relazione che si instaura coi genitori all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia ha la necessità di essere pensata e qualificata con una preparazione adeguata e attenta alla singolarità del bambino.
Temi del seminario

L’incontro con i genitori, l’incontro con il genitore. Accogliere-comprendere-restituire-riformulare per garantire al bambino di non essere imprigionato nelle attese proiettive e nell’ideale dell’altro.

Tempi del seminario
  • Sabato 5 settembre 2015 dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • domenica 6 settembre 2015 dalle 9.00 alle 13.00.
Docente Formatore
  • Lorella Moratto
N.B.: alcuni seminari prevedono modalità interattive con lavori di gruppo.
Modalità di iscrizione
Per iscriversi al seminario è possibile inviare un sms al numero 320/6332169 oppure inviare un’email all’indirizzo arfapbassano@gmail.com con i propri dati.
Termine per effettuare l’iscrizione sabato 20 settembre 2014.
Quota di partecipazione
Quota di partecipazione per intero ciclo di seminari
  • non soci: € 350,00;
  • soci ARFAP già in regola con la quota associativa 2014: € 300,00.
Quota di partecipazione per blocchi di due seminari (indicare i seminari richiesti all’atto dell’iscrizione)
  • non soci: € 160,00;
  • soci ARFAP già in regola con la quota associativa 2014: € 140,00.
Attestato di partecipazione
Alla fine degli incontri seminariali verrà consegnato un Attestato di partecipazione.
L’Arfap, con decreto del 29 dicembre 2004, è stata inclusa dal Ministero dell’Istruzione nell’elenco definitivo dei soggetti accreditati per la formazione del personale della scuola (D.M. 177/2000).

ARCHIVIO EVENTI

Luogo

Arfap Bassano
Via Vaccari, 3
Bassano del Grappa, Vicenza 36061 Italia
Telefono:
320 633 21 69
Sito web:
www.arfapbassano.it

Organizzatore

Arfap Bassano
Telefono:
320 633 21 69
Email:
arfapbassano@gmail.com
Sito web:
www.arfapbassano.it