Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Stage internazionale di Formazione Personale tramite la via corporea

6 luglio 2015

condotto dal Prof. Bernard Aucouturier
con la collaborazione di Sonia Compostella, Gabriella Andreatta, Lorella Moratto – équipe ARFAP

Dal primo al 6 luglio 2015 ore 9.00-18.00 presso la palestra dell’Istituto Vendramini di Bassano del Grappa (VI)
Crediti ECM assegnati per le professioni sanitarie Psicologo – Fisioterapista – Educatore professionale – Infermiere – Infermiere pediatrico – Logopedista – Tecnico della riabilitazione psichiatrica – Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva – Terapista occupazionale: 65,7 (obbligatoria la frequenza ad entrambi i moduli) evento 4679 (1° modulo) – evento 4678 (2° modulo)
Richiesta di accreditamento per Assistenti sociali in fase di valutazione
La Formation Personelle – Objectifs

«Former la personne à une compétence au développement de l’enfant par la voie corporelle ainsi que par la voie de l’expressivité motrice: une formation finalisée.» Bernard Aucouturier

Premessa
Nell’ambito del processo formativo permanente alla Pratica Psicomotoria Aucouturier (PPA) la Formazione Personale tramite la via corporea si pone come lo spazio-tempo in cui, a partire da tutte le situazioni proposte, «forgiare, corroborare, trasformare» l’attitudine e la tecnicità del professionista della pratica psicomotoria.
La Formazione continua, come sovente sostiene il Prof. Bernard Aucouturier, è uno “spazio di diritto-dovere” del professionista psicomotricista che gli permetterà di evitare il rischio di “cadere” in una sorta di “meccanicità dell’esercizio” di una pratica psicomotoria di aiuto, rischio che facilmente conduce ad una “rigidità professionale” bloccante la via alla ri-creazione di nuove “chiavi di lettura” della realtà con la quale il professionista (specialista in PPA, psicomotricista, educatore, insegnante, …) è chiamato a confrontarsi quotidianamente.
La Formazione continua tramite la formazione pratica personale pro-muove in ciascun partecipante una acquisizione autentica, soggettivata, in cui il Formatore in maniera specifica e singolare offre gli strumenti, gli attrezzi, le parole per realizzare ciascuno la propria ricerca, il proprio stile. Il Formatore offre, mostra, propone – come sostiene il Prof. Bernard Aucouturier – delle «situazioni che sono delle metafore del comportamento del bambino il cui filo rosso è la tonicità (il tono in relazione): così le situazioni proposte sono delle metafore toniche che trovano allora la loro piena dimensione simbolica.»
Un pensiero di Massimo Recalcati sembra ben sottolineare e significare l’azione interattiva che il Formatore tiene: «È il suo gesto più alto: accompagnare e fermarsi lasciando andare.» Nel “lasciando andare” è il corpo di ciascuno che emerge nel pieno della sua universalità, originalità, creatività ed espressività motoria e che a ciascuno permette di aprirsi ad un ap-prendere da sé di Sé.
«L’obiettivo generale della Formazione personale è quello di comprendere meglio il bambino attraverso ciò che ogni persona può rilevare e com-prendere a partire dalle sensazioni, emozioni e trasformazioni tonico-emozionali che potrà vivere nella relazione con se stessa, con l’altro, con l’oggetto e lo spazio. Porre la persona nella possibilità di vivere la propria espressività motoria sarà l’elemento che porterà progressivamente a meglio riconoscere e comprendere l’espressività motoria del bambino nei suoi caratteri e nella sua evoluzione.» (Lorella Moratto)
Una “professione di aiuto” ha i suoi veri-possibili strumenti nell’acquisizione, integrata dalla persona, della giusta distanza professionale e del punto di vista dell’altro, che non solo riqualificano la professione ma divengono appropriati-aggiustati mediatori per una apertura mentale nei confronti di altri codici culturali-personali e delle diverse alterità, in un approccio di comprensione – come il Prof. Bernard Aucouturier sottolinea – del «senso dell’umano».
L’ARFAP sostiene il principio della Formazione Continua di ogni operatore che, nei vari contesti istituzionali e privati, sviluppa ed esercita la Pratica Psicomotoria Aucouturier (PPA) sia a livello educativo-preventivo sia a livello dell’Aiuto terapeutico a gruppo ristretto e individuale.
Nella Formazione Personale tramite la via corporea «Ciascuno fa il proprio cammino secondo la propria storia» (B. Aucouturier), ciascuno può situarsi ed identificarsi in piena sicurezza tramite il “quadro” dato dal Formatore, che apre a differenti mezzi di espressione, ben sapendo che la sicurezza affettiva della persona si appoggia su quella del Formatore che l’ascolta. Lo sconosciuto affascina ma… allo stesso tempo destabilizza!
Un augurio ed allo stesso tempo un’attesa-desiderata:
«Il professionista della e nella PPA
come un esploratore
che costruisce la sua visione del mondo
che è aperta a qualsiasi avventura
e soprattutto disponibile a “mettersi in gioco”
poiché
saper giocare il “Grande Gioco” della Rel-Azione
è allo stesso tempo
affermare il proprio esistere differenziato dall’altro pur con-tenendo l’Altro in sé
costruendo la propria compatibilità alla differenza che l’altro porta di sé.
»
Sonia Compostella
Lo stage di Formazione Personale tramite la via corporea si indirizza a tutti i professionisti dell’Aiuto Psicomotorio formati alla PPA che svolgono la Pratica Psicomotoria in campo educativo-preventivo, l’Aiuto psicomotorio a piccolo gruppo, l’Aiuto psicomotorio individuale, psicomotricisti con altre formazioni, neuro e psicomotricisti, terapisti della riabilitazione, logopedisti, psicologi, pedagogisti, etc.
Metodologia
  • sono riservati dei tempi per l’espressività motoria, sviluppati a differenti livelli simbolici;
  • sono riservati tempi per la teorizzazione, partendo da situazioni pratiche proposte dal Formatore, per un aggancio con la pratica professionale.

Nella giornata finale sarà riservato un tempo di lavoro a gruppi per la riflessione globale del percorso dello stage e per organizzare la formulazione di domande da porre al Formatore.

Pre-stage

Il giorno iniziale (primo luglio) sarà riservato totalmente ad un lavoro tonico-corporeo-posturale di preparazione ai successivi cinque giorni dello stage. Una giornata “apri-porta” allo stage mirata alla “de-tensione” tonico-muscolare-posturale, per predisporsi più agevolmente al seguito del lavoro.

Condizioni

Ogni stagista dovrà portare una coperta, un piccolo cuscino, un foulard. Si invita a provvedere per un pranzo al sacco durante le giornate di lavoro.

Sede di lavoro

Lo stage si svolgerà presso la palestra dell’Istituto Vendramini in via Col Fagheron 65 (zona San Vito) a Bassano del Grappa (VI).

Orari di lavoro
  • Ore 9.00-18.00 con breve pausa pranzo (a carico degli stagisti).

Durante lo stage si consiglia agli stagisti di evitare dei lunghi spostamenti in auto.

Numero di partecipanti
Il numero massimo di partecipanti per lo stage è di 30 persone.
Il numero minimo per attivare lo stage è di 24 persone.
Modalità di iscrizione
Per iscriversi allo stage è possibile inviare un sms al numero 320/6332169 oppure inviare un’email all’indirizzo arfapbassano@gmail.com con i propri dati.
Termine per effettuare l’iscrizione venerdì 12 giugno 2015 (e comunque fino ad esaurimento posti disponibili).
Quota di partecipazione
  • non soci: € 630,00;
  • soci ARFAP già in regola con la quota associativa 2015: € 580,00.
Potrà essere richiesto un acconto a conferma dell’iscrizione.
La quota di partecipazione è comprensiva della fornitura dei materiali (carta, colori di vario tipo, terra da modellare, etc.) utilizzati durante lo stage.
Attestato di partecipazione
Alla fine dello stage verrà consegnato un Attestato di partecipazione.
L’Arfap, con decreto del 29 dicembre 2004, è stata inclusa dal Ministero dell’Istruzione nell’elenco definitivo dei soggetti accreditati per la formazione del personale della scuola (D.M. 177/2000).

ARCHIVIO EVENTI

Luogo

Arfap Bassano
Via Vaccari, 3
Bassano del Grappa, Vicenza 36061 Italia
Telefono:
320 633 21 69
Sito web:
www.arfapbassano.it

Organizzatore

Arfap Bassano
Telefono:
320 633 21 69
Email:
arfapbassano@gmail.com
Sito web:
www.arfapbassano.it