Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

«Dal sintomo all’Aiuto psicomotorio terapeutico» Relatore: Prof. Bernard Aucouturier

13 settembre 2014 - 14 settembre 2014

Traduzione e collaborazione di Sonia Compostella, psicomotricista e Formatore E.I.A. (Ecole Internationale Aucouturier)
Bassano del Grappa (VI), 13 e 14 settembre 2014
Con ottenimento di n. 12,1 crediti ECM dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (id evento 1726).

«Il fine dell’Aiuto psicomotorio individuale consiste nell’aiutare il bambino ad entrare in una dinamica di piacere attraverso la libertà di espressione; tale fondo di piacere permette l’avvio del processo di simbolizzazione, tramite il quale il bambino può prendere distanza dall’invasione delle proprie emozioni»
B. Aucouturier (Seminario a Bassano del Grappa – ottobre 2011)

Premessa
Oggi, proprio nel dilagare di sistemi/metodi di intervento/recupero di ciò che viene specialisticamente pensato e descritto come “soggetto fuori norma” o “non a norma”, poter riflettere, discutere, ri-pensare la dimensione del “biologico umanizzato” sembra fortemente importante, e ancor più umanizzante l’opera di chi si dichiara psicomotricista-specialista all’Aiuto psicomotorio terapeutico.
Ri-pensare tramite una riflessione sistematica l’Aiuto psicomotorio terapeutico nei suoi presupposti teorici e umani, nel suo metodo e, in particolare, nei suoi strumenti d’intervento, è, come scrive G. Crocetti, «l’insostituibile presupposto d’ogni actio hominis rivolta al bambino, in quanto garantisce l’assoluto rispetto della dignità del piccolo paziente integralmente e adeguatamente considerata».
Il sintomo è il “cuore” tramite il quale si disvela il senso nascosto della fragilità del bambino, è il “parlante” della sofferenza di cui il “corpomente” è intriso.
Non è qualcosa da far sparire/eliminare, esso è l’elemento “carico” del modo di essere al mondo e nel mondo di quel “preciso” bambino nella sua “precisa” situazione di vita e, innanzitutto, nell’essere inscritto nelle sue relazioni familiari.
«Il bambino parla con difficoltà dei propri conflitti, anche perché ciò che per noi adulti è il sintomo, il problema, per il bambino è la più naturale risposta adattiva alle condizioni stressanti che deve subire. Non è mai il bambino a chiedere aiuto, a dire: Ho un problema, ma sono sempre i genitori che decidono per lui.» (G. Crocetti)
«Un profondo amore per l’infanzia deve coniugarsi sempre con l’uso delle tecniche finalizzato al bambino e non al sintomo, né, tanto meno, a se stesse oppure alla conferma o smentita di una ipotesi di lavoro.» (M. Tejera De Meer)
Alla luce di queste considerazioni, il seminario progressivamente enuncia le varie “componenti” che tessono lo spazio-tempo dell’Aiuto psicomotorio, dando così modo ad ogni partecipante di divenire soggetto attivo di ascolto, riflessione, discussione, scambio.
Partecipanti

Il Seminario si rivolge a psicomotricisti, neuro e psicomotricisti dell’età evolutiva, terapisti della riabilitazione, terapisti occupazionali, educatori professionali, insegnanti di sostegno, psicologi, psicoterapeuti, neuropsichiatri infantili, terapisti della riabilitazione psichiatrica, logopedisti, pediatri, infermieri, infermieri pediatrici, assistenti sociali.

Modalità

Il seminario intende essere interattivo con:

  • presentazione di situazioni di bambini in difficoltà;
  • brevi tempi di lavoro a piccolo gruppo per preparare osservazioni e domande da porre al relatore;
  • rielaborazione e teorizzazione.
Programma
  • La concezione del biologico umanizzato
  • Cos’è il sintomo psicomotorio
  • La relazione di Aiuto psicomotorio
  • Il sistema di attitudine e la tecnicità di aiuto dello specialista alla pratica psicomotoria
  • Quali bambini possono beneficiare di un Aiuto psicomotorio
  • L’osservazione dell’evoluzione del bambino e il quadro per lo sviluppo dell’Aiuto psicomotorio individuale.

Gli interventi saranno supportati da documenti video.

Sede di lavoro e orari di lavoro
Il Seminario si terrà presso la sala convegni dell’Hotel Palladio in via Gramsci 2/4 a Bassano del Grappa (VI) nei giorni 13 e 14 settembre 2014 con i seguenti orari:
  • Sabato 13/09/2014 ore 09.00-13.00 e ore 14.00-18.00;
  • Domenica 14/09/2014 ore 09.00-13.00.
N.B.: per il perfezionamento dell’iscrizione ed il pagamento della quota la Segreteria sarà a disposizione dalle ore 8.00 alle ore 9.00 in modo da consentire un puntuale inizio del seminario.
Il seminario è a numero chiuso (max 50 partecipanti – iscrizioni accolte secondo l’ordine di arrivo).
Gli operatori di ambito sanitario interessati ai crediti ECM devono obbligatoriamente segnalare questa richiesta alla Segreteria Arfap all’atto dell’iscrizione indicando: cognome e nome, C.F. e professione.
La mancata comunicazione dei dati sopra indicati potrà pregiudicare l’attribuzione dei crediti richiesti.
Modalità di iscrizione
Per iscriversi al seminario è possibile inviare un sms al numero 320/6332169 oppure inviare un’email all’indirizzo arfapbassano@gmail.com con i propri dati.
Termine improrogabile per effettuare l’iscrizione lunedì primo settembre 2014 (e comunque fino ad esaurimento posti disponibili).
Quota di partecipazione
  • non soci: € 120,00;
  • soci ARFAP già in regola con la quota associativa 2014: € 100,00.
N.B.: ricevuta conferma dell’iscrizione dalla segreteria, in caso di mancata partecipazione sarà richiesto il pagamento della metà della quota.
Attestato di partecipazione
Alla fine del seminario verrà consegnato un Attestato di partecipazione.
Ai partecipanti che facciano richiesta dei crediti ECM verrà consegnata la relativa certificazione.
L’Arfap, con decreto del 29 dicembre 2004, è stata inclusa dal Ministero dell’Istruzione nell’elenco definitivo dei soggetti accreditati per la formazione del personale della scuola (D.M. 177/2000).

ARCHIVIO EVENTI

Luogo

Arfap Bassano
Via Vaccari, 3
Bassano del Grappa, Vicenza 36061 Italia
Telefono:
320 633 21 69
Sito web:
www.arfapbassano.it

Organizzatore

Arfap Bassano
Telefono:
320 633 21 69
Email:
arfapbassano@gmail.com
Sito web:
www.arfapbassano.it